Biblioteca sonora dei versi

La voce della natura a portata di un solo click. E' online la più grande biblioteca digitale dei versi degli animali: nella Macauley Library sono stati raccolti i suoni emessi da oltre 9.000 specie per un totale di 150.000 registrazioni audio. Con la durata complessiva di 7.513 ore, il grande archivio del Cornell Lab of Ornithology statunitense rappresenta la più grande raccolta sonora della biodiversità. Una vera e propria maxi enciclopedia dei versi animali a cui tutti possono accedere gratuitamente collegandosi al sito dell'istituto di ricerca di Ithaca (New York). Lo scopo, come riportano gli stessi autori del progetto, è semplice : "raccogliere e conservare le registrazioni di ogni specie per promuovere attivamente l'uso di queste registrazioni per scopi diversi che abbracciano la ricerca scientifica, l'istruzione, la conservazione e le arti". Particolare importanza è stata data agli uccelli, le cui registrazioni arrivano ad un totale di oltre 116.000; tra questi anche il raro Manucodia Comrii della Nuova Guinea, la cui voce modulata su più toni ricorda il modo di comunicare degli extraterrestri nei film di fantascienza. Un vero e proprio scrigno di sapere; basti pensare che solamente per gli usignoli ci sono 314 registrazioni diverse, 487 per i pettirossi e addirittura più di 7.000 per i passeri. Per molte delle categorie di animali presenti nella biblioteca telematica, è possibile inoltre osservare dei video e scoprire su una cartina, l'esatta posizione geografica in cui vivono.